IV Lezione Storia dell'Arte 2017
UNITRE Vicovaro

Chi è online

 9 visitatori online
Home Cittaducale 2011
PDF Stampa E-mail

Palladio

A sinistra La Villa Capra Rotonda a Vicenza, a destra la Villa Barbaro a Maser


Andrea Palladio, figlio di un mugnaio Pietro della Gondola, nasce a Padova nel 1508. E’ considerato uno dei più importanti architetti-manager del Cinquecento. I suoi progetti e le realizzazioni hanno avuto una grande influenza sull’architettura, fino ai giorni nostri. Ha iniziato lavorare giovanissimo presso la bottega di Bartolomeo Cavazza. All’età di 15 anni ha lavorato a Vicenza nella bottega di Giovanni di Giacomo da Porlezza e Girolamo Pittoni, a quell'epoca scultori molto famosi a Vicenza. Nel 1524 è stato iscritto nella corporazione dei muratori, scalpellini e scultori di Vicenza.
Intorno 1535, ha incontrato Giangiorgio Trissino, poeta e umanista. Incontro, che ha cambiato la vita di Andrea. Trissino lo ha soprannominato PALLADIO, e ha guidato la sua formazione culturale improntata sullo studio dei classici. Lo ha accompagnato diverse volte a Roma, per fargli conoscere i monumenti ed ammirare la loro perfezione e inoltre studiare i materiali, le tecniche costruttive e le loro proporzioni. Questi viaggi hanno permesso al Palladio di incontrare i "grandi" del suo tempo: Michelangelo, Sebastiano Serlio, Giulio Romano, Bramante.
Intorno al 1540 ha iniziato la sua attività autonoma di architetto, con opere come la villa Godi a Lonedo e nel 1549 con la ricostruzione delle Logge della Basilica di Vicenza.
Tra le opere più importanti del Palladio, possiamo indicare: il palazzo Chiericati a Vicenza, la villa Barbaro e il Tempietto a Maser, Villa Foscari detta La Malcontenta, sul fiume Brenta e le chiese veneziane sulla Giudecca come: Il Redentore, S. Giorgio Maggiore, Le Zitelle, numerosi palazzi per committenti privati e infine la straordinaria Villa Almerico-Capra a Vicenza, detta La Rotonda. Nel 1570, Palladio ha pubblicato il trattato I quattro libri dell'architettura, che racchiudeva i suoi ideali e le sue esperienze. Nel 1580 gli sono stati commissionati i lavori per la costruzione del teatro Olimpico a Vicenza, per la rappresentazione delle opere classiche. Il Teatro è stato terminato dopo la sua morte avvenuta il 19 agosto 1580.
                                                                                                                                                                                                                                                                               Prof.ssa Anna Janowska

 

 

Ultime notizie

I più letti

Pagine utili

Login




A cura di Infotech - Free Joomla Template Author Themza Team per Università delle Tre Età di Vicovaro - Copyright © 2011!